Ngorongoro: safari in un cratere vulcanico

tanzania ngorongoro zebre

Tra i grandi parchi del nord della Tanzania, devo ammettere che quello che più mi ha affascinato è Ngorongoro.

È molto più piccolo del Serengeti e ha meno animali del Tarangire. Ma il fatto che l’ecosistema si trovi tutto all’interno di un cratere vulcanico lo rende veramente unico al mondo.

Questa guida vuole convincerti (e sono sicuro che lo farà!) a includere Ngorongoro nel tuo itinerario tra i parchi della Tanzania. D’altronde ci sarà un motivo se è considerato l’ottava meraviglia del mondo!

Il cratere

Il cratere di Ngorongoro, caldera vulcanica estinta nella Great Rift Valley orientale , si trova appuntonel nord della Tanzania, 120 km a ovest della città di Arusha.

La caldera misura tra i 16 e i 19 km di diametro e ha un’area di più di 250 km quadrati. Il fondo del cratere si trova 600 metri sotto il bordo di Ngorongoro (altitudine di 2’200 metri sul livello del mare). Ricordati di mettere nella tua valigia morbida qualcosa di pesante, perché la sera farà freddo nei lodge che si trovano nella foresta intorno al cratere!

Guida: quali indumenti portare per un safari in Africa!

Si pensa che il cratere Ngorongoro si sia formato circa due milioni e mezzo di anni fa da un enorme vulcano collassato su sé stesso dopo una forte eruzione. Se il vulcano fosse ancora integro, si stima che sarebbe alto quanto il Kilimangiaro, la montagna più alta d’Africa.

Qualunque sia l’origine del cratere del Ngorongoro, dobbiamo ringraziare la natura per averci regalato una tale meraviglia! Non poteva quindi mancare il cratere nella lista delle 20 cose da vedere in Tanzania.

Prima di continuare con la lettura, eccoti un video che ti darà una breve idea di quello che potrai vedere nel cratere di Ngorongoro:

Area di conservazione di Ngorongoro

L’area di conservazione di Ngorongoro non è un parco naturale in quanto tale, ma un tratto di terra destinato a usi differenti. Vi è incluso il cratere, ma altre parti abitate dai Masai e altipiani bellissimi.

A nord-ovest confina con il Parco Nazionale del Serengeti e a sud e a ovest ci sono altopiani vulcanici che includono il famoso cratere di Ngorongoro. I confini meridionali e orientali corrono lungo la Great Rift Valley.

L’area di conservazione era originariamente parte del Parco Nazionale del Serengeti quando fu istituita dagli inglesi nel 1951. Tuttavia, dopo ripetuti conflitti tra i aasai che vivevano lì e le autorità del parco, il popolo di pastori fu sfrattato nella nuova area di conservazione di Ngorongoro nel 1959. L’area è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1979 perché ha fornito protezione per la fauna selvatica pur consentendo l’insediamento umano, caso unico in Tanzania.

La parte più famosa dell’area protetta è il cratere vulcanico di Ngorongoro, famoso per i suoi safari in un ambiente altamente scenico.

La grande migrazione, uno dei fenomeni naturali più incredibili al mondo: le enormi mandrie di gnu passano per il Ngorongoro National Park per qualche mese all’inizio dell’anno in cerca di pascoli più verdi.

ngorongoro safari

Come arrivare

Probabilmente (e te lo consiglio!) visiterai l’area protetta di Ngorongoro come parte di un viaggio più grande, inclusa una visita al Serengeti. Convenientemente, l’area di conservazione si trova lungo il percorso tra il più famoso parco della Tanzania e Arusha. Ngorongoro si trova a sole tre ore di auto su strada asfaltata dalla grande città, il punto di partenza di tutti i safari nel nord della Tanzania.

tanzania safari ngorongoro

Da Arusha, puoi fare un giro nei parchi del circuito nord con piccoli aerei su voli charter o di linea, oppure puoi guidare e fare l’intero circuito con un fuoristrada adatto ai safari. Un’opzione veloce e decisamente non troppo costosa è quella di volare nel Serengeti e tornare indietro in auto attraverso il cratere di Ngorongoro o viceversa. Nella maggior parte dei casi, il tuo tour operator ti verrà a prendere all’aeroporto.

Provenendo dalla zona di Seronera nel Serengeti, la distanza dal cratere è di circa 140 km e il tempo di percorrenza è di circa tre ore. Questo ovviamente può richiedere molto più tempo se hai intenzione di sfruttare il percorso come un safari, scegliendo piste secondarie alla ricerca degli animali.

Il viaggio di 80 km dal lago Manyara al cratere di Ngorongoro dura circa due ore, mentre il viaggio di 180 km da Tarangire dura circa quattro ore.

parco ngorongoro tanzania

Ngorongoro: safari migliore

È una sola l’attività principale da fare a Ngorongoro: safari!

Affidati a Follow Alice per organizzare il tuo safari a Ngorongoro. Gentili, disponibili, ben preparati: cosa volere di più?

Chiedi loro un preventivo gratuito attraverso questo link, otterrai 100$ di sconto!

Mi raccomando non limitarti al cratere se sei in Tanzania per un safari: Ngorongoro, Serengeti e Tarangire sono tutti da includere in un bell’itinerario nel nord del paese.

parco nazionale ngorongoro safari

Animali e paesaggio

Il posto migliore per un safari nell’area di conservazione di Ngorongoro è senza dubbio il cratere che si trova a circa 1’600 metri sul livello del mare.

Il cratere è dominato da una savana aperta che sembra rigogliosa e verde durante la stagione delle piogge, ma è complessivamente più polverosa e più ventosa durante i mesi più secchi. Devo ammettere che la zona nord-orientale con l’erba giallo-oro è bellissima.

Importanti micro habitat all’interno del fondo del cratere includono la foresta di Lerai, il lago salino poco profondo Magadi, la lussureggiante palude di Gorigor e uno stagno permanente abitato da numerosi ippopotami .

Erbivori

Le praterie aperte del fondo del cratere ospitano immense concentrazioni di antilopi al pascolo durante tutto l’anno, con numeri che raggiungono il picco tra dicembre e maggio, la principale stagione delle piogge. I più comuni sono lo gnu blu e la zebra, le cui popolazioni residenti sono stimate rispettivamente a 10’000 e 5’000. Lo gnu e la zebra sono comunemente visti insieme o in compagnia di altri pascolatori come la minuscola gazzella di Thomson, la più grande gazzella di Grant e il topi. Nella zona della foresta di Lerai potrai vedere altri tipi di antilopi.

safari ngorongoro national park tanzania

Big Five

Nel fondo del cratere puoi trovare tutti i Big Five. Più comunemente i bufali africani, le cui grandi mandrie sono spesso viste marciare sul fondo del cratere in cerca di pascolo o acqua. Il più difficile da avvistare è il leopardo, che risiede sul fondo del cratere, ma solo in piccole quantità a causa della mancanza di habitat adatto, oltre a essere in generale un animale solitario e riservato.

Elefanti

Il cratere di Ngorongoro funge da luogo di ritiro per vecchi elefanti, molti dei quali sfoggiano zanne di dimensioni che ora si vedono raramente in parti dell’Africa che hanno sofferto di bracconaggio commerciale negli ultimi decenni.

La foresta di Lerai e la vicina palude di Gorigor sono il ritrovo preferito per i pachidermi, che possono arrivare fino a una settantina di esemplari. Stranamente, nessun branco di elefanti risiede stabilmente sul cratere, anche se di tanto in tanto passano femmine e mandrie familiari.

riserva di ngorongoro safari elefanti

Rinoceronte nero

Il cratere di Ngorongoro è uno dei posti migliori in Africa orientale per cercare il rinoceronte nero, una specie in via di estinzione con una presenza molto limitata in Tanzania. Tra il 1964 e il 1992, la popolazione residente nel cratere di questi enormi animali è diminuita da circa 100 individui a non più di 10 a causa del bracconaggio. Da allora, la popolazione locale di rinoceronti e la diversità del pool genetico sono state potenziate dall’introduzione di diversi individui dal Sud Africa, sebbene le autorità siano riluttanti a pubblicizzare i numeri reali.

Tutti i rinoceronti del cratere sono stati dotati di un dispositivo di localizzazione nelle corna, al fine di monitorare i loro movimenti e scoraggiare i bracconieri. Tendono a spaziare tra la foresta di Lerai e il lago Magadi, stando in questa zona di notte e poi spostandosi in un terreno più aperto di giorno. La loro colorazione insolitamente pallida è attribuibile alla predilezione per fare il bagno nel lago salato Magadi e rotolarsi nelle saline.

Siccome spesso rimangono nascosti sui pendii del cratere, portati un binocolo per scovarli meglio!

Leoni

Il cratere di Ngorongoro ospita probabilmente la più densa concentrazione di leoni dell’Africa, con un massimo di 100 individui presenti nelle condizioni migliori. Detto questo, il numero dei leoni oscilla leggermente, a causa di una combinazione di malattie (la natura chiusa del cratere rende i suoi abitanti particolarmente vulnerabili alle epidemie), emigrazione e immigrazione verso gli altopiani circostanti e occasionali lotte per la guida del branco che spesso si traducono in nuove maschio dominante che uccide tutti i cuccioli e gli adolescenti non imparentati.

Sarebbe insolito trascorrere una giornata nel cratere e non vedere i leoni, che generalmente sono molto rilassati intorno ai veicoli, anche se potrebbero essere incontrati praticamente ovunque, quindi è difficile prevedere dove potresti trovarli.

safari riserva naturale ngorongoro

Iene

Anche altri predatori sono ben rappresentati. La più popolosa è la iena maculata, che è il secondo carnivoro più grande dell’Africa dopo il leone, e tende a dipendere meno dalla strategia di razziare carcasse già morte di quanto comunemente si creda. Si stima che circa 400 individui risiedano nel cratere, quindi è improbabile che trascorrerai molto lì senza incappare in un esemplare.

Se vuoi specificamente cercare una iena, dirigiti verso la sponda orientale del Lago Magadi, dove spesso si riposano durante il giorno, cercando di tanto in tanto di avvicinarsi di soppiatto e fare uno spuntino con i fenicotteri distratti che affollano le secche.

Dal 2000, tuttavia, i ghepardi hanno ricolonizzato il fondo del cratere e ora sono abbastanza comunemente visti mentre si aggirano nelle pianure in cerca di gazzelle.

safari ngorongoro tanzania

Ghepardi

Le praterie aperte del fondo del cratere sono l’habitat perfetto per i ghepardi e ci sono anche molte piccole antilopi di cui nutrirsi per questi veloci felini, quindi è un po’ sorprendente che nessun esemplare fosse presente negli anni ’90. La spiegazione più probabile è la competizione con le fitte popolazioni di leoni e iene maculate, ben più grossi, che possono sottrare facilmente una preda uccisa da un ghepardo.

Sciacalli

Altri predatori comuni sono lo sciacallo dorato, lo sciacallo dalla schiena nera e la volpe dalle orecchie di pipistrello, con il primo che è più probabile che si incontri a causa delle sue abitudini relativamente diurne.

safari tanzania ngorongoro

Chi manca nel cratere?

Al contrario, le giraffe e gli impala, entrambi comuni nelle pianure circostanti, sono totalmente assenti dal fondo del cratere. Nel caso delle giraffe, ciò è forse attribuibile alla mancanza di foraggio adatto alla loro alimentazione o alla difficoltà di scendere le ripide pareti del cratere, ma l’assenza di impala è un mistero rimasto ancora senza spiegazione.

Uccelli

Un’alta percentuale delle oltre 550 specie di uccelli registrate nell’area di conservazione di Ngorongoro vive nel fondo del cratere. Per i visitatori occasionali, l’attrazione maggiore sono i grandi stormi di fenicotteri minori e maggiori che si aggregano nel Lago Magadi, tingendo i suoi margini di rosa.

Nella savana di Ngorongoro puoi trovare facilmente lo struzzo (l’uccello più grande del mondo), l’otarda Kori (l’uccello volante più pesante del mondo, noto per la sua spettacolare danza di accoppiamento) e una miriade di uccelli terrestri più piccoli.

I rapaci sono abbondanti: tra i più presenti, la poiana augura, alcune specie di avvoltoi e il segretario, enorme uccello terrestre che si nutre di serpenti e roditori che uccide calpestandoli in continuazione.

fenicotteri ngorongoro

Ngorongoro: dove dormire

I lodge e gli accampamenti non sono situati nel cratere stesso, alcuni si trovano sul bordo mentre altri più lontano, ma sempre nella riserva naturale di Ngorongoro.

Gli alloggi vicino al cratere di Ngorongoro variano enormemente, ma tutti hanno le loro stranezze e risorse di lusso. Ci sono quei lodge che sono situati sul bordo del cratere e vantano una vista spettacolare dell’interno della caldera, tuttavia le scelte qui sono limitate e si trovano normalmente nella fascia di prezzo più alta.

Se sei felice di sacrificare le viste dal lodge, quindi lontano dal bordo, i prezzi degli alloggi tendono a diventare più economici.

C’è una vasta scelta tra numerosi lodge situati presso il cratere di Ngorongoro o più lontano nell’area protetta di Ngorongoro per l’inizio del tuo safari. Eccoti una lista dei miei preferiti, sia intorno al cratere, che a Kiratu, la città più vicina che si trova a circa un’ora di macchina, dove potrai risparmiare qualcosa:

Ngorongoro

Economico: Simba A Campsite
Fascia media: Ngorongoro Wildlife Lodge
Fascia alta: Ngorongoro Sopa Lodge
Lusso: Ngorongoro Crater Lodge

Karatu

Economico: Crater Rim View
Fascia media: Ngorongoro Farmhouse
Fascia alta: Neptune Ngorongoro Luxury Lodge

viaggio ngorongoro

Ngorongoro, quando andare?

Ora che haiscoperto meglio le caratteristiche del cratere, cosa puoi vedere e fare e dove dormire, è giunto il momento di un’altra domanda fondamentale su Ngorongoro: quando andare? Qual è il periodo migliore per visitarlo?

Il periodo dell’anno in cui decidi di organizzare il tuo viaggio a Ngorongoro dovrebbe dipendere da ciò che vuoi vedere. La tua scelta dipenderà dalle piogge, dai periodi di riproduzione degli animali e dalla migrazione di varie specie, inclusa la grande migrazione del Serengeti se hai intenzione di abbinare i due parchi.

Ogni stagione ha qualcosa da offrire

La corta stagione delle piogge (novembre e dicembre)

A novembre e dicembre è probabile che si verifichino brevi piogge che rendono il clima caldo e umido. Allo stesso tempo il bordo del cratere potrebbe essere molto più fresco, richiedendo vestiti pesanti. soprattutto la sera e la mattina quando dovrai passare dalla tua stanza riscaldata alla sala ristorante: quei due minuti potrebbero infreddolirti parecchio.

La stagione della riproduzione (gennaio e febbraio)

A gennaio e febbraio, puoi assistere allo spettacolare evento dei cuccioli di gnu che nascono lungo le praterie del parco Ngorongoro, al di fuori del cratere. Se sei una di quelle persone che cercano il servizio fotografico perfetto, potrebbe essere questo il periodo adatto a te. La vista degli gnu appena nati che lottano per rialzarsi pochi minuti dopo la nascita è emozionante. I gruppi di cuccioli sono costantemente in pericolo con i numerosi predatori in agguato sullo sfondo. Si possono vedere iene, leopardi, ghepardi e persino leoni mentre cacciano le loro prede.

riserva ngorongoro

La lunga stagione delle piogge (da marzo a maggio)

Da metà marzo a maggio c’è la cosiddetta lunga stagione delle piogge che riempiono la pianura e la rendono di un colore verde lussureggiante. Questa è generalmente bassa stagione per il turismo, quando i safari sono più economici perché sfruttano al massimo i costi bassi che precedono l’inizio dell’alta stagione. Maggio è anche il periodo migliore per i visitatori interessati agli uccelli.

GUIDA: Quando andare in Tanzania?

Alta stagione (da giugno a ottobre)

La stagione secca inizia a giugno, portando con sé l’alta stagione che dura fino a ottobre. Gli alloggi intorno al cratere sono più costosi che nel resto dell’anno. Il motivo per cui i turisti si concentrano durante i mesi secchi è la visibilità della fauna selvatica lungo le pianure aride e vicino alle pozze d’acqua meno abbondanti rispetto alle altre stagioni. Questo è il momento in cui è abbastanza normale vedere i Big Five (leopardi, leoni, rinoceronti, bufali ed elefanti) tutti in un giorno.

tanzania cratere di ngorongoro africa

Safari Ngorongoro: prezzi

Un safari in Africa non è quasi mai a buone mercato (controlla Kidepo in Uganda se vuoi risparmiare). Ngorongoro non fa eccezione.

Considera che solo di tasse del parco dovrai pagare:

  • 71$ di ingresso (per persona)
  • 59$ di “concession fee” per dormire all’interno del parco (per persona)
  • 295$ per entrare nel cratere (per veicolo)

Vedi che sono già quasi 300$ per persona se viaggi in coppia. A questo bisogna aggiungere un altro centinaio di dollari per l’alloggio e tutti i costi associati al tuo itinerario tra i parchi della Tanzania (noleggio auto, benzina, guida, eccetera).

Come già detto, ti consiglio di chiedere direttamente un preventivo a Follow Alice per farti un’idea migliore della spesa.

Magari potresti abbinare un safari a Ngorongoro con Zanzibar, o con la scalata del Kilimangiaro!

Se hai dubbi, domande, considerazioni, non esitare a lasciare un commento qua sotto, sarò contento di aiutarti a organizzare al meglio il tuo viaggio nel magnifico cratere di Ngorongoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su