14 Cose Da Sapere Su Petra

Se c’è un posto che mi ha affascinato da subito e che mi è rimasto nel cuore, quello è senz’altro Petra. È un luogo che era nella mia lista dei desideri da tempo e averla visitata mi ha confermato quello che tutti dicevano: è un posto incantevole e unico al mondo. Ti consiglio assolutamente di visitare Petra, sono sicuro che non te ne pentirai!

1) Dove si trova Petra e come raggiungerla?

Petra è nel sud della Giordania, vicino al confine con Israele e al Mar Morto. Per chi vuole andarci da Israele, bisogna arrivare da Gerusalemme o Tel Aviv a Eilat e qui attraversare il posto di confine di Wadi Araba. Da qui puoi prendere un taxi fino a Petra, più di un’ora di viaggio per 50JOD. La soluzione più low-cost è quella di prendere il taxi fino ad Aqaba e poi uno dei rari bus per Petra che partono solo quando sono pieni, ma si rischia di perdere un’intera giornata. Da Amman conviene prendere un bus che in circa quattro ore ti porterà a Wadi Musa, il paese attaccato a Petra.

Il Siq, l’ingresso per Petra
Il Siq, l’ingresso per Petra

2) Quanto è antica Petra?

La Petra che conosciamo noi oggi è stata fondata intorno al VI secolo a.C. dai Nabatei, una popolazione nomade araba che iniziò a insediarsi nella zona. Successivamente divenne parte dell’Impero romano e di quello bizantino, ma nel Medioevo si spopolò quasi completamente. Venne rivelata al mondo occidentale all’inizio del 1800 dallo svizzero Johann Ludwig Burckhardt e solo nel 1929 iniziarono degli accurati scavi archeologici che, ancora oggi, continuano a rivelare meraviglie rimaste nascoste per secoli.

Il Tesoro di Petra
Il Tesoro

3) Cosa vedere a Petra?

Petra è scavata nella roccia in una valle circondata da impervie montagne, un posto molto sicuro dove fondare una città perché facilmente difendibile. La via di accesso principale è il Siq, un canyon di 1,5 km molto stretto e profondo. Incamminati e goditi l’ombra delle pareti e tieni il naso all’insù pronto ad ammirare gli spettacolari colori delle rocce. Ti colpirà anche l’acquedotto scavato nella pietra che permetteva all’acqua di arrivare in città, un’ingegnosa prova delle capacità tecniche dei fondatori.

Alla fine del Siq ti troverai improvvisamente e inaspettatamente davanti al monumento più famoso di Petra, il Tesoro. Questo monumento, forse ideato come tomba di un re, è scavato nella roccia e presenta una maestosa facciata. Deve il suo nome a una leggenda secondo cui un’urna della facciata conteneva un enorme tesoro e proprio per questo la parte esterna del monumento presenta fori di proiettili sparati nel tentativo di romperla.

Un cammello a Petra

Dal Tesoro inizia la città antica di Petra vera e propria. Passeggia e lasciati guidare dall’istinto, sicuramente non sbaglierai. Osserva il Teatro, arrampicati fino alle Tombe Reali sul lato opposto e poi incamminati lungo la Strada colonnata ristrutturata in epoca romana.

Una volta visitata la città di Petra, puoi scegliere di avventurarti in uno dei tantissimi sentieri che la circondano. Mi sento di consigliartene due. Innanzitutto, dalla fine della Strada colonnata prosegui verso il Monastero lungo un sentiero in salita da percorrere in circa un’ora. Anche questo, come il Tesoro, è scavato nella roccia e ha l’enorme facciata scolpita nella montagna. Mi raccomando, non fermarti solo ad ammirare il Monastero, ma continua la camminata per una decina di minuti per godere di uno splendido panorama al di là dei monti. Al ritorno, dal centro di Petra, segui le indicazioni per il Sacrificio, raggiungibile con una stretta scalinata da fare in mezz’ora. Anche qui, oltre alle rovine del palazzo dove venivano fatti i sacrifici, potrai ammirare un favoloso panorama sulle valli circostanti e su Petra.

Il Monastero di Petra visto dall'alto
Il Monastero

4) Quanto tempo dedicare alla visita di Petra?

Il minimo indispensabile è una giornata intera. In questo modo si riesce a percorrere il Siq, a vedere il Tesoro e la città di Petra e a fare almeno un’escursione tra Monastero e Sacrificio. Per gli amanti del trekking è consigliato fermarsi più di un giorno, per esplorare meglio l’area e vedere altri luoghi più nascosti, come la Tomba di Aronne.

5) Quando andare a Petra?

Il periodo estivo è decisamente molto caldo e te lo sconsiglio, molto meglio visitarla in primavera o in autunno. Cerca di entrare molto presto il mattino per evitare il caldo e i gruppi turistici, se riesci a essere tra i primi a entrare a Petra, puoi vederla quasi deserta. Lo spettacolo varrà la levataccia!

6) Cosa portarti a Petra?

Sei praticamente nel deserto, quindi qualunque cosa che ti protegga dal sole: occhiali, cappello e crema solare. Fondamentale è avere una scorta di acqua, mentre se hai in mente di rimanere fino a tardi è meglio portare anche qualcosa di più pesante perché sei comunque a quasi mille metri di altezza e lo sbalzo termico è molto alto. Non dimenticare delle scarpe comode perché camminerai parecchio.

Petra vista dall'alto
Petra vista dall’alto

7) Animali come mezzo di trasporto?

Gli unici mezzi di trasporto che puoi utilizzare a Petra sono gli animali. Per il primo pezzo del Siq puoi farti accompagnare da un cavallo galoppante che ti lascerà direttamente al Tesoro. Da qui in poi sono i cammelli a farla da padrona con il loro passo felpato. Se vuoi raggiungere luoghi più impervi come il Monastero o il Sacrificio puoi invece affidarti agli asini che si arrampicano facilmente sugli stretti sentieri e sulle scalinate.

Asini sul sentiero che porta al Monastero di Petra
La salita verso il Monastero

8) Quanto costa l’entrata a Petra?

Per chi pernotta a Petra l’ingresso costa 50 JOD per un giorno, 55 JOD per due giorni e 60 JOD per tre giorni. Se si ha tempo è molto conveniente fermarsi più di un solo giorno per poter esplorare meglio il sito e per ammortizzare di più i costi. Per chi, invece, non pernotta a Petra il costo è di 90 JOD! Visto il prezzo, conviene senza dubbio alloggiare una notte a Wadi Musa.

la Strada colonnata di Petra

9) Petra by night?

Si può ammirare Petra di notte illuminata da più di 1500 candele camminando attraverso il Siq fino al Tesoro, per uno spettacolo veramente unico. Ogni lunedì, mercoledì e giovedì si parte alle 20.30 e si torna circa due ore dopo. Il costo del biglietto per visitare Petra di notte è di 17 JOD.

10) Petra al cinema?

Petra è stata scelta da alcuni registi internazionali per girare scene dei propri film. Sicuramente il più famoso è Indiana Jones nella scena a cavallo davanti al Tesoro, ma anche alcune riprese della Mummia e di Transformers sono state fatte nel sito archeologico.

https://www.instagram.com/p/Bz7hwjkgVmn/?igshid=4t4nq055gwcp

11) Dove mangiare?

A Petra ci sono due ristoranti e si trovano entrambi alla fine della Strada colonnata, prima di iniziare l’arrampicata verso il Monastero. Non sono niente di particolare, ma sono gli unici due posti disponibili a meno di portarsi del cibo da fuori.

Un asino sotto una parete rocciosa a Petra

12) Dove alloggiare a Petra?

Wadi Musa, la città che confina con il sito archeologico di Petra, offre decine di possibilità di alloggio. Se sei in cerca della comodità, il Movenpick Resort è il posto che fa per te: cinque stelle, ottima qualità e si trova esattamente di fronte all’ingresso di Petra. 

Come opzione economica ti consiglio il Valentine Inn, più economico e con una navetta per il trasporto dei visitatori fino al sito archeologico. È anche uno dei pochi posti che vende alcolici e dove potrai provare la birra di Petra.

Roccia a forma di elefante nel Siq di Petra
Roccia a forma di elefante nel Siq

13) È pericoloso un viaggio a Petra?

No, visitare Petra è molto sicuro. Nonostante il Medio Oriente in questo periodo storico sia sconvolto da molti conflitti e noi umanitari lo sappiamo bene, la Giordania è rimasto uno dei pochi paesi dell’area con un alto livello di sicurezza. Devi sempre tenere dei comportamenti attenti, ma è la stessa cosa che dovresti fare in ogni altra parte del mondo.

14) Quindi, ci vado a Petra?

Vacci il prima possibile, non te ne pentirai!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *